Condensatore in poliestere

In questa cartella le discussioni riguardano la ciclistica e gli interventi estetici per Ciao e moped affini
Avatar utente
prontolino
Moderatore
Messaggi: 3295
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Ha ringraziato: 11 volte
Sei stato  ringraziato: 106 volte

Re: Condensatore in poliestere

Messaggio da leggere da prontolino »

Che tipo di problemi?? sei sicuro che dipendano del condensatore??
Avatar utente
Lucaldixon
Membro triciclo
Messaggi: 63
Iscritto il: mer dic 23, 2020 12:40 pm
Ha ringraziato: 3 volte
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Contatta:

Re: Condensatore in poliestere

Messaggio da leggere da Lucaldixon »

So che questo post ormai è datato 2014, ma avendo smanettato un pò con questa storia del condensatore esterno volevo portare la mia esperienza e il mio esempio concreto.
Premetto che ora non monto più l'accensione a puntine sul blocco modificato ma sul 50 si.
Avendo avuto un Big Deps a puntine, bruciavo un condensatore al mese e di conseguenza ogni tanto, magia! Non si accendeva più perchè le puntine letteralmente si suicidavano.
Mi sono informato bene sul condensatore esterno e ho voluto sperimentare un pò, ne ho ordinati un paio (alcuni da 470 e altri da 330 μF) ma ho utilizzato solo quello da 470μF e 400v AC.
20210102_185929.jpg
Il collegamento è abbastanza semplice, il condensatore che ho usato non ha polarità, ho saldato quindi un cavo nero con un attacco a rondella per la massa (che collegavo sotto alla barra filettata che regge il motore) e un cavo rosso che si sdoppiava in un faston maschio e un faston femmina.
20210102_185919.jpg
Ho collegato il faston maschio al cavo in uscita dai carter (che quindi era collegato solo alla bobina e alle puntine) e il faston femmina alla bobina alta tensione da cui parte il cavo della candela.
ex.jpg
Il condensatore è stato fissato appena sopra alla bobina at con del nastro biadesivo forte, permettendo di installare il fianchetto senza problemi.
Risultato? Fino a quando ho smontato il blocco dopo circa 1 anno non ho più bruciato le puntine. Quindi nel mio caso si è rivelato molto utile!
Sotto al volano ho tenuto il condensatore classico, tagliando il filo ma mantenendo il feltrino che pulisce la camma dell'albero.
Altro lato positivo dell'esternare il condensatore è che specialmente su motori spinti si genererà meno calore nella zona carter (anche se il condensatore piaggio ne genera poco).
Inoltre, il cablaggio che ho eseguito permette la sostituzione del condensatore "plug and play", permettendo facilmente di provare capacità e versioni diverse di condensatori. (Però, purtroppo, non ho avuto l'occasione di provare l'altro tipo di condensatore, ma nonostante ciò mi sono trovato bene con questo).

Spero che possa tornare utile a qualcuno! :D
Questi utenti hanno ringraziato l autore Lucaldixon per il post:
claudio7099 (dom gen 03, 2021 8:31 am)
Avatar utente
RAFFAELLO
Moderatore
Messaggi: 10860
Iscritto il: dom set 18, 2005 10:49 pm
Località: Padova
Ha ringraziato: 84 volte
Sei stato  ringraziato: 345 volte

Re: Condensatore in poliestere

Messaggio da leggere da RAFFAELLO »

Grazie per avere portato la tua esperienza, sara' sicuramente utile a tutti.
Le parole volano via come foglie al vento, i risultati restano.....

Occhio ragazzi, la rete non è legge o regola sicura, fate come San Tommaso....ficcateci il naso.
Seru.ch
Membro 50cc
Messaggi: 221
Iscritto il: mer dic 18, 2013 2:33 pm
Ha ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 27 volte

Re: Condensatore in poliestere

Messaggio da leggere da Seru.ch »

470uF mi sembra molto grosso, di solito li condensatori per la accensione sono da 0.25uF fino 0.47uF (ó 250nF fino 470nF).
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti