[GUIDA - TRASMISSIONE VARIATORE] - Da puleggia a variatore

Forum riguardante le elaborazioni di Ciao & Affini. È possibile chiedere consigli, comunicare le proprie esperienze e discutere su come elaborare al meglio il vostro Ciao.
Regole del forum
Usa la funzione CERCA prima di aprire nuovi topic.
Bloccato
poldix8
Expert
Messaggi: 1110
Iscritto il: mer lug 15, 2009 8:29 pm
Ha ringraziato: 18 volte
Sei stato  ringraziato: 14 volte

[GUIDA - TRASMISSIONE VARIATORE] - Da puleggia a variatore

Messaggio da leggere da poldix8 »

ff

Guida originale dell utente poldix8 - aggiornata da Paga 2021

In questa guida spiegherò come passare da una trasmissione a puleggia ad una a variatore

Iniziamo spiegando brevemente le differenze tra le due trasmissioni:

- Trasmissione a PULEGGIA:
All'albero motore abbiamo una frizione composta da puleggia fissa, corpo frizione stesso (con massette e mollette) e campana frizione (con massette d'avviamento); collegata al mozzo posteriore (sul primario) abbiamo solamente una puleggia fissa (erano presenti varie dimensioni in vendita); all'interno del mozzo sono presenti solo due ingranaggi (primario e asse ruota)
Data la sua conformità una trasmissione a puleggia, avendo un rapporto fisso (puleggia fissa), ha la caratteristica di avere poca ripresa e molto allungo, viene prediletto infatti per zone di pianura

- Trasmissione a VARIATORE:
Collegato all'albero motore abbiamo un variatore composto da semipuleggia fissa, puleggia mobile (corpo variatore) con al suo interno i rulli, boccola di scorrimento e piattello guida rulli; collegata al mozzo posteriore abbiamo una frizione composta da semipuleggia fissa, puleggia mobile, molla di contrasto, corpo frizione stesso (con massette e mollette) e campana frizione (con massette d'avviamento)
Il mozzo esternamente è uguale a quello a puleggia, ma all'interno presenta degli ingranaggi riduttori sempre a numero pari (4)
La trasmissione a variatore, dato il suo funzionamento è prediletta per motori prestanti e allegri, e per zone collinari, data la ripresa possibile e l'allungo rispettabile.



Ora vediamo come si può passare da puleggia a variatore....iniziamo smontando tutti i componenti della trasmissione a Puleggia

-prendere una chiave da 17 e svitare il dado che serra la frizione sull'albero, smontare a quel punto tutti i pezzi della frizione cercando di ricordarsi come erano montati (oppure usare del filo di ferro per tenerli assieme nella loro posizione) per un possibile rimontaggio futuro
-prendere una chiave da 13 e smontare la puleggia posteriore
-smontare la cinghia
Poi procediamo nello smontaggio della ruota e del mozzo:
-smontare il freno con relativo fermo
-prendere una chiave da 17 (meglio se con cricchetto) e smontare le 4 viti (2 per lato) che tengono il mozzo e la ruota attaccata al telaio
-a ruota smontata dal telaio prendere una chiave da 36 e svitare il rocchetto della ruota libera (lato catena pedali) dalla ruota e smontare la piastra dietro al rocchetto
-staccare il mozzo intero dal cerchio e metterlo da parte

Abbiamo così smontato completamente la trasmissione a puleggia del nostro mezzo;
ora procederemo al montaggio di quella a variatore

Montaggio mozzo a variatore sul nostro cerchio e montaggio sul telaio:
-dopo aver pulito il cerchio controlliamo lo stato e la pulizia del mozzo (in caso pulire e sgrassare con benzina/diluente e soffiare con aria compressa) e lo stato della ganascia del freno (in caso cambiare)
-inseriamo il mozzo sul cerchio e controlliamo che tutto giri senza intoppi
-montiamo la piastra con cuscinetto nel giusto verso e ri-avvitiamo il rocchetto (chiave 36 mm) avendo cura che sia ben stretto
-rimontiamo il cerchio completo di mozzo sul nostro telaio e ri-avvitiamo le 4 viti da 17 con relativa rondella
-montiamo il cavo del freno e procediamo alla sua regolazione

Montaggio frizione:
-prendiamo la frizione completa (senza campana) e inseriamola nell'alberino primario del mozzo avendo cura di montare insieme la cinghia (in caso di correttori da 100 e certi telai montarla successivamente è più difficile)
-inseriamo la chiavetta sulla sua sede dell'alberino
-montiamo la campana, mettiamo una rondella e chiudiamo con un dado m8 (preferibilmente autobloccante)

Montaggio Variatore:
-inseriamo la boccolina presente nel kit variatore (che vada in battuta sul volano)
-montiamo la semipuleggia fissa con boccola di scorrimento
-tiriamo la cinghia (in certi casi occorre muovere un attimo la semipuleggia mobile della frizione in maniera da far affondare la cinghia e guadagnare qualche mm di cinghia stessa) e la montiamo sulla boccola del variatore
-montiamo il corpo del variatore con rulli e piattello avendo cura di incastrarlo bene sulla boccola (in maniera che la semiluna sul piattello sia ben incastrata con quella sulla boccola)
-montiamo rondella e chiudiamo con il dado da 24

A questo punto la nostra trasmissione a variatore è montata, non resta che regolare la tensione della cinghia spostando avanti e indietro il motore in base alle necessità;
Ricorda che ogni trasmissione (e addirittura ogni variatore) ha la sua cinghia...differiscono l una dall altra per sezione, lunghezza, spessore....quindi occhio a fare le cose come si deve!

Una regola generale che vale per le due trasmissioni dotate della cinghia corretta è:
PULEGGIA --> la cinghia deve essere tesa, senza esagerare ovviamente, ma possiamo permetterci di metterla bene in tiro.
VARIATORE --> la cinghia è decisamente molle; a motore spento affonda dentro al variatore (davanti) mentre è a filo esterno del correttore (dietro).
Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: davicappe, Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 93 ospiti