CiaoCrossClub

 
 

Benvenuto su CiaoCrossClub!

Ciao a tutti, premetto che non sono molto esperto di motori fatto sta che a casa ho un ciao, classe Euro 0, quindi molto inquinnte Se prendessi un motore Malossi,Polini, etc cambierebbe qualcosa o inquinerebbe sempre uguale In ogni caso se ci sono altri modi per farlo inqunare di meno scrivetemeli grazie Si, sarà strano ma sono attento all ambiente e vorrei cercare di fare qualcosa nel mio piccolo
7 Risposte - Ultimo messaggio da Zippo »

Una parola ai moderatori: magari è solo una cosa mia, ma ne ho pieno il cazzo. Non se ne può più di messaggi di gentaglia che vende roba tarocca o ti promette di moltiplicare i tuoi soldi. Si può fare qualcosa contro sti spammer di merda? Lo chiedo perché la lettura del forum così diventa una tortura. Evito di pronunciarmi su come la penso riguardo a sti ambulanti da spiaggia che vengono qua a piazzare i loro accendini e collanine perché al mare la stagione è finita.
5 Risposte - Ultimo messaggio da erossinelli »

Che ne pensate del nuovo GT presentato oggi da mamma Malossi? Travasi e frontescarico completamente stravolti rispetto ai classici cvf e big deps. I travasi principali mi ricordano un po' quelli del Polini 46. Vi lascio il link al video: . Malossi ultimamente sta portando una novità dietro l'altra. Anche Pinasco quest'anno si è risvegliata. Secondo me è un peccato che Polini non investa più di tanto sui nostri moped. Edit: A quanto pare questo cilindro sostituirà definitivamente l'attuale cvf 46,5. Interessante la descrizione delle modifiche apportate: .
30 Risposte - Ultimo messaggio da RAFFAELLO »

65 polini racing di scatola, carter un pò raccordato da me, 13 con condotto allargato, filtro booster, marmitta Fm, albero di serie fatto 5-10 Testa a scoppio centrale polini rivista da Prontolino. Dopo l'ultimo intervento alla testa fatto da Prontolino il motorino gira molto meglio, Esce meglio dalle curva ed è quello che mi serviva per il mio utilizzo nelle garette di paese... tutto un frena e riparti.,... ora devo sistemare il variatore e non ci capisco un cavolo.... Variatore malossi con molla gialla, cinghia piaggio originale dentata, correttore 100, molle frizione malossi le più tenere. come divevo esce bene dalle curve, ha un bella coppia rispetto a prima, allunga ma mi dà l'impressione che non vada in fuorigiri totalmente, rimane lì....non l'ho misurato di gps, ma secondo me fà circa 55 all'ora... mozzo da 12 e spiccioli ha i rulli che danno di serie nella confezione, non ricordo se sono da 6 o 6.5, devo metterli più pesanti c'è da diere che ieri era molto caldo con 25 gradi, avevo messo un getto da 86 mi pare, perchè il giorno prima era freddissimo.. ho messo anche una spungna meno permeabile, potrebbe essere che era molto grasso....
8 Risposte - Ultimo messaggio da prontolino »

finalmente dopo anni ho rimontato il primo ciao (Sc 71) e messo in moto. da me ci sono salite, quindi ho messo un pinasco D46 grigio vecchia serie con carter raccordato, finestra larga, carburatore 13 e filtro polini. l'idea era di usare una sito plus 0248, ma mi urta sulla corona dei pedali e mi sta troppo vicino alla bobina che sta montata sotto. ho provato a mettere una proma circuit che avevo in giro e pure questa sbatte alla bobina e pure al cavalletto? che si puo' mettere che "calza" senza dover smontare o spostare pezzi al motorino? sitoplus.jpg
7 Risposte - Ultimo messaggio da Peppebug »

Assieme i cilindri avevo pensato anche ad alberi motore più performanti ed anche più resistenti, anche qui dopo quasi un anno è cominciata la lavorazione, attendo la consegna prima di Natale. Sono corsa 44, 46 ed anche qualche 48.
23 Risposte - Ultimo messaggio da WalterPBM »

parte un nuovo progetto ambizioso per la stagione estiva 2020 ... che si basa su un CIAO regalatomi l'anno scorso :D il telaio e' gia' stato riverniciato ed attende di essere assemblato , ma per adesso mi concentro sul motore che sara' completamente nuovo ... la base di partenza sara' questa dove verra' montato tutto rigorosamente plug & play , non voglio limare niente (x adesso ... :mrgreen: ) e constatare di persona fin dove si sono spinti i tecnici malossi :D
193 Risposte - Ultimo messaggio da Seru.ch »

Buon giorno a tutti vorrei porre un quesito il mio Si ha la seguente elaborazione dr 65 carburatore 13/13 con filtro malossi red variatore multivar e giannelli fire. Premetto che non è stato lavorato ne il carter ne l'albero motore. Il ciclomotore ha veramente un gran tiro mi porta tranquillamente ovunque ed io non peso poco (110 kg) è veramente un mulo ma la velocità di punta non supera i 60/65.Vorrei acquistare i carter Malossi che andrebbero per ora a sostituire gli originali finchè il DR fa il suo lavoro non voglio sostituirlo con un 75 e vorrei comprare anche i rapporti della cif allungati. Ora vi chiedo se con questa configurazione ho dei vantaggi per la velocità mi interessano altri 10 km in più ma nel contempo non vorrei perdere troppo il tiro del motore. Voi cosa ne pensate?
16 Risposte - Ultimo messaggio da Rallydriver »

Ave popolo, oltre al mio storico Bravo, ho nelle mie disponibilità uno scooter Malaguti F10 che mammina e papino mi regalarono per l'esame di scuola media. All'epoca ero talmente cretino che caddi sul bagnato la mattina dopo averlo ritirato da nuovo di fabbrica, come un esimio coglione, e qualche giorno dopo sulla sabbia. A parte che chi ha inventato le carene in plastica degli scooter sarebbe da rinchiudere (prima o poi il volo ce lo pianti), in ogni caso tra una riverniciata e l'altra :mrgreen: , una cinghia rotta e un cilindro grippato, ci ho fatto 62.000 km. in giro per il Nord Italia. Detto questo, siccome monto una preparazione all'apparenza civile, ma che mi fa passare di molto i 100 orari di strumento (stando al GPS, 96 orari al cambio attuale), in vista di una possibile revisione sto preparando un nuovo blocco. L'ho pagato un'ottantina di € su ebay, è in buone condizioni anche se a vederlo ha dormito almeno 10 anni in un fienile e, a conferma della validità del progetto, con una pulita al carburatore è andato in moto quasi subito, nonostante quella crosta di ruggine che anni fa avrebbero chiamato "albero". Poi, lavando il motore con sgrassatore e acqua, sono riuscito a grippare un cuscinetto di banco anche se l'ho fatto girare fino a slogarmi la caviglia prima di metterlo via. In ogni caso, con la classica combo Svitol e bestemmie, sono riuscito a "sgripparlo", anche se adesso il cuscinetto (dal lato accensione) fa rumore di vetri infranti. Ma andiamo alla ragione del contendere: io, partendo da un motore che non abbia NIENTE che non sia a libretto (termica, carburatore, variatore, frizione ecc.), voglio fare una preparazione assolutamente invisibile e che non sia contestabile dalle forze dell'ordine (che comunque, vedendo un quarantenne su un motorino, non fermeranno MAI). Parto dall'idea base: il cilindro l'ho già trovato. Quei geni della T N T hanno prodotto un cilindro in alluminio con la stessa sigla di omologa del Minarelli in ghisa. Gli metto la testa che avevo fatto abbassare in rettifica una ventina d'anni fa, e tanti saluti; Sapendo molto bene che l'albero di serie dei Minarelli è, come direbbe Fantozzi, "una cagata pazzesca", ho già in campagna acquisti un Carenzi che andrà addobbato, e mi pare giusto, con cuscinetti e paraoli di una certa qualità (tanto se non sono SKF sono FAG, gli SNK costano troppo. Le marche che fanno il mercato sono sempre le stesse); Per quel che riguarda dare da bere ai due compari di qui sopra, l'idea è di mettere assolutamente il carburatore di serie. Ho il Teikei TK12 di primo equipaggiamento, ma quello non lo tocco, perché ha una qualità che i Dellorto si sognano. Col blocco nuovo mi hanno venduto appunto un Dellorto ad aria automatica, che sarà alesato da 12 a 14, anche questa una preparazione invisibile e per nulla contestabile, a meno che qualcuno non si prenda la briga di smontare il carburatore e misurare il condotto. Detto questo, monterei una valvola lamellare Malossi VL14, che ha un'area di passaggio ben più grossa di quella cagata di serie della Minarelli, e la Red Sponge Malossi su cassa filtro originale. Il tubetto originale di silenziamento sarà sostituito da un ben più grosso tubo da scarico del cesso, con una minima modifica alla cassa filtro; Terzo passo: la trasmissione, e qua si va sul sicuro, perché quei GENIACCI della Minarelli hanno messo a libretto solo la ventolina del variatore e la frizione, lasciando il vero e proprio variatore e i correttori terra di nessuno. Sul mio attuale motore ho un Variotop della Bettella (marchio fichissimo sparito troppo presto) e i classici correttori Polini a piste dritte. La frizione è una RMS del cazzo (ho comprato quella che costava meno), ma ho anche quella di serie. L'idea malata (ma fattibile) è di far migrare tutto questa componentistica sui carter nuovi (tranne il rapporto lungo), mettendo una molla di contrasto e delle mollette frizione più morbide. Me la dovrei cavare con poco, mentre sul motore preparato che ho adesso metterei tutto Top Performances. Penso siano quelli col rapporto fumo/ arrosto migliore, e non costano una follia come le esagerazioni marchiate Malossi, Stage6 e Polini di cui non mi faccio una fava, tanto alla fine i variatori differiscono di pochissimo, e non devo gestire 20 CV con una curva di coppia impossibile; Ultimo passo: lo scarico. Già comprato. Volevo prendere il GP2 Leo Vince che sembra quello delle maximoto ed è omologato, ma viene proposto ad una cifra impossibile (almeno 200 €), così ho ripiegato sul Touring sempre di Leo Vince. E' omologato, da quel che ho visto rende benissimo (è quello che monto attualmente), e ha il pregio incredibile, visto da fuori, di sembrare una banalissima marmitta di primo equipaggiamento. Per ovvie ragioni di senso pratico (l'uso più scontato dello scooter sarà l'impervio tracciato "casa/ panettiere"), miscelatore e starter elettrico restano al loro posto, anche se da quel poco che ho visto la pompetta perde, ma dovrebbe essere la cannetta smangiata. Se dovesse proprio andarmi di sfiga, si compra su ebay con una manciata di €. Per farla breve, la modifica da fare è questa: ATTUALE CONFIGURAZIONE (non rispetta le omologhe nemmeno in ZImbabwe): - Termica Malossi Replica MHR diametro 47 a 6 travasi; - Albero RMS con inserti in nylon (tanti dicono sia una merda, ma ce l'ho da più di 10 anni e va benissimo); - Carburatore Dellorto PHBG 21 BS con valvola lamellare di serie modificata con le lamelle che Malossi fornisce con la termica di cui sopra; - Variatore Bettella Variotop, correttori Polini a piste dritte, molle frizione e mollone di contrasto scelte di conseguenza, rapporto lungo Malossi a denti dritti; - Scarico Leo Vince Touring. FUTURO STEP (Downgrade a cilindrata originale): - Termica TNT come serie in alluminio anziché ghisa, diametro 40, 5 travasi, testa abbassata; - Albero spalle piene Carenzi; - Carburatore Dellorto PHVA 12 con circuito starter automatico alesato a 14, valvola lamellare Malossi VL14; - Trasmissione presa pari pari dal blocco sopra, rapporto di serie; - Scarico Leo Vince Touring (nuovo di fabbrica). Vi farò sapere se la modifica sortisce qualche risultato rispetto al modello con tutti i pezzi di serie (che per ovvii motivi proverò prima di smembrare), o se ho solo buttato dei gran soldi nel cesso. Il tutto sarà documentato da foto e riscontri GPS. A presto!!
6 Risposte - Ultimo messaggio da WalterPBM »

Sto restaurando un piaggio si fermo da una decina d'anni. Ho pulito carburatore e cambiato rubinetto, tuttavia non riesco a far partire il motorino. Spingendo il (non ho i pedali) la frizione attacca senza problemi, inizia a borbottare debolmente ma non riesce ad accendersi. Qualche volta sono riuscito a farlo partire dopo una lunga spinta e sembrava andare piuttosto bene. Quale potrebbe essere il problema?
5 Risposte - Ultimo messaggio da WalterPBM »

Ciao ragazzi volevo un'info su questa marmitta che esteticamente sembra ben fatta ma cercando nel forum non ho trovato nessuna info. Scusate ma non so come inserire foto,metto link se non vado contro nessuna regola. Grazie molte.
10 Risposte - Ultimo messaggio da WalterPBM »

Ho appena finito e montato un nuovo blocco motore così composto: Gruppo termico Pinasco D46 grigio Albero mazzuchelli anticipato Carter Piaggio raccordati al cilindro, con collettore portato a 13 Carburatore 13/13 (getto 70) Filtro malossi Marmitta Polini top one Condensatore e puntine (0,35 mm) nuovi Puleggia 80mm Il motore gira perfettamente, non sbaglia un colpo, si accende subito e ha un'erogazione abbastanza lineare, provandolo con il GPS si attesta ad una velocità intorno ai 67/68 km/h. Ora, la cosa che proprio non capisco come possa verificarsi è che con il motore precedente avevo una velocità addirittura di 70-71 km/h ma la configurazione era alquanto più "basica", ovvero: Gruppo termico DR evo D43 Albero Piaggio anticipato Carter Piaggio NON raccordati al cilindro, con collettore portato a 13 Carburatore 13/13 (getto 68) Filtro malossi Marmitta Polini top one Condensatore e puntine (0,35 mm) nuovi Puleggia ORIGINALE. L'erogazione di quest'ultimo era decisamente meno lineare ma non mi torna che un D43 in ghisa con puleggia grande, con carter praticamente originale vada leggermente di più dell'ultimo motore. A qualcuno viene in mente cosa potrebbe essere, oppure ha avuto più o meno stesse esperienze? Io non ne esco più, se avete bisogno di qualsiasi altra informazione che magari ho scordato di mettere, chiedete pure. grazie
37 Risposte - Ultimo messaggio da RAFFAELLO »

Come da titolo vorrei farvi vedere appena è pronto un porta targa naked che ho voluto costruire io con pochi soldi , cosa che ho voluto fare per rimuovere il parafango posteriore che mi faceva cagare. Post aggiorbato con foto per info scrivete pure sotto ;)
1 Risposta - Ultimo messaggio da martini.michele »

il mio ciao a puntine ha un volano vecchio tipo a finestrella piccola, ha un po di difficolta' di accensione, la scintilla sembra poca, e mi si accende solo se metto le candele a 0.3mm di gap. questo video mostra come fare prove con volani e bobine, lo trovate valido? [youtube]
7 Risposte - Ultimo messaggio da Peppebug »

Ciao a tutti sono andrea! Avrei bisogno qualche consiglio.. Ho un ape, che montava il 50, ma aveva sei problemi di potenza, a qualsiasi tipo di salita eri costretto a scalare e a volte con salite sostenute anche in prima non ce la faceva... Se era fredda un po meglio, ma poi da calda era la morte. Allora ho messo u 102 pinasco, e va molto meglio! Tiene il minimo perfettamente, ho un carburatore 18.16 con getto max 77 e minimo 42 Il problema ora e che se apro tutto il gas il motore arriva a un tot di giri e poi non sale più...anzi se sei in 4 in pia o a metà gas arriva a 30 kmh e se poi vai al massimo di gas, cambia un po rumore, diventa un po più ovattato e nn sale di giri, e lo fa in qualsiasi marcia...la 3 sembra qualsiasi una marcia inutile, perché nn sale di giri e nn puoi tirarla...con il 102 e il resto originale al massimo arriva a 35 kmh... Qualcuno sa di cosa soffre la mia apertura? A e poi consuma come una ferrari!🤯 con 5 litri ho fatto meno di 50 klm...premetto che nn ho mai avuto motori piaggio, quindi nn so che prestazioni hanno... ciao e grazie se qualcuno mi da una mano!!
28 Risposte - Ultimo messaggio da claudio7099 »

Salve a tutti , oggi bello bello porto a casa la mia nuova simonini ad espansione pagata incredibilmente poco Vado per montarla e già vedo che il buco vicino al silenziatore non combacia , va be' poco male prendo due misure e buco il il telaio e via che entra , poi mi preparo a scendere per provarla e mi ritrovo il cavalletto centrale che ci sbatte sopra e giustamente non si chiude , avete idea del perché, consigli, soluzioni insulti costruttivi? Allego foto se riesco
18 Risposte - Ultimo messaggio da martini.michele »

Caricamento...

Vai al Forum

Oooops si è verificato un errore!

© 2002-2020 ciaocrossclub.it - Info - Note Legali - Privacy