restauro piaggio si

Forum riguardante le elaborazioni di Ciao & Affini. È possibile chiedere consigli, comunicare le proprie esperienze e discutere su come elaborare al meglio il vostro Ciao.
Regole del forum
Usa la funzione CERCA prima di aprire nuovi topic.
Sei alle prime armi? Scrivi su PRIMI PASSI

restauro piaggio si

Messaggiodi supermaxie il ven mag 22, 2020 4:41 pm

Salve a tutti io sono supermaxie e quest 'anno ho deciso di rimettere in funzione il "Si" che ho usato dai 14 sino a qualche anno fa, diciamo che di chilometri ne ha macinati davvero tanto cambiando diversi motori tutti consumati fino all'osso ed altrettanti alberi motori tutti sbiellati.
Qualche anno fa ho comprato un nuovo motore polini 60 cc in alluminio con carter speed engine e marmitta leovinci con temrinale cromato ma con albero standard che ora è sbiellato.Dopo averlo tenuto fermo per due anni ho deciso di rimetterlo in funzione ma prima devo montare un albero motore anticipato e volevo sapere se i mazzucchelli sono ancora buoni, però mi si presentano alcuni diciamo problemi:
- anni fa ho alleggerito un pò il volano al tornio perchè in passato mi aveva consumato un pò l'interno del carter motore, il mio è il modello con variatore con frizione centrifuga a 8 rulli e variatore di ultima generazione a pulegge grandi,purtroppo alleggerendo il volano ho perso in allungo e volevo sapere da voi se è possibile rimediare a tutto ciò cambiando molla di contrasto posteriore e/o mollette sulle frizioncine posteriori o entrambi, visto che di rulli più pesanti per la frizione centrifuga originale non ne esistono in commercio;
-il carburatore originale se ne esce sempre fuori dalla sede per via delle vibrazioni del motore nonistante abbia sostituito il perno originale con una chiave esagonale per poterlo stringere più forte.
-anni fa ho modificato il telaio eliminando il fermo originale per la tensione della cinghia,ora non riesco a tensionarla in modo corretto ed ho il terrore di tenderla troppo rovinando la bronzina della frizione o del variatore come già succeso in passato.
Ho visto che di modifiche ne avete fatte parecchie sui vostri ciclomotori, potere darmi una mano nel rimettere in funzione il mio?
Grazie
supermaxie
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mer mag 06, 2020 10:26 am
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi claudio7099 il sab mag 23, 2020 8:49 am

diciamo che è ora di comprare un albero decente per evitare tutti questi sbiellamenti e di non prenderlo a martellate
Avatar utente
claudio7099
 
Membro 125cc
 
Iscritto il: lun lug 06, 2009 7:00 am
Località: torino
Ha ringraziato: 4 volte
Ringraziato: 150 volte

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi supermaxie il sab mag 23, 2020 9:22 am

claudio7099 ha scritto:diciamo che è ora di comprare un albero decente per evitare tutti questi sbiellamenti e di non prenderlo a martellate

diciamo che negli anni ho sbiellato tanti mazzucchelli ed anche un altra marca che non ricordo. il problema ora sta nel tensionare correttamente la cinghia perchè non ci sta più il fermo originale sul telaio(modello con variatore) e poi il carburatore che esce fuori dalla sede con le vibrazioni
supermaxie
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mer mag 06, 2020 10:26 am
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi Zippo il sab mag 23, 2020 10:31 am

Per il carburatore comprati il bicchierino di plastica, se anche con quello si sfila vuol dire che è massacrato il collettore d'aspirazione, ci metti una tacchetta di legno dietro al filtro e amen. Per la cinghia la regoli il modo che stia a filo dai correttori ed il volano... Ne cerchi uno originale, i vecchi riparatori li hanno e tante volte te li regalano o li scambiano con 5 euri
Avatar utente
Zippo
 
Moderatore
 
Iscritto il: lun lug 28, 2008 11:15 pm
Ha ringraziato: 2 volte
Ringraziato: 89 volte

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi Superbravo 1,2,3 il dom mag 24, 2020 10:18 am

Ciao, come già detto metti il niples nuovo nel carb. ma con lieve pressione prima, allarghi la cravatta (levando precedentemente la vite) e con una carta dura frana 150 ,o con una limetta piatta limi l'interno in modo da far stringere la cravatta per un diametro + piccolo.
I carter: se hai sbiellato veramente non dovresti aver fatto danni alla luce d'aspirazione, se invecei cuscinetti hanno ceduto è li che hanno graffiato
Quanto rigata la luce è facile scoprirlo con l'olio se non è già scritto te lo scrivo se vuoi.I parametri comunque con spessimetro sono di 2/3 centesmi tra luce e gomito.
Un carter rigato fortemente costa comunque + la riparazione in rettifica che prenderne uno usato.
Gli alberi :i piaggio sono comunque robusti e una cosa trascurata comunque è sempre la qualità dell'olio , oli da supermarket eco non sono consigliati a nessuno ,specialmente per i depositi che lasciano nelle fasce e nei cuscinetti di banco .
Come tutti sanno l'olio lubrifica si, m la benzina raffredda !!!! se nei cuscinetti pieni di morchia non passa quest'ultima i cuscinetti cedono prima o poi,
consiglio in ogni caso mettere sempre n° 2 C3 e non uno e il distanziale tra volano e variatore farselo da soli e non mettere quello '' lemme '' lemme'' di mamma Piaggio ............. un vero eccentrico da levigatrice orbitale !!!
volano : alleggerirlo ti avvantaggia nella ripresa da fermo ma rende in pianura ,le salite repentine danno un calo veloce , la taratura originale è un compromesso '' per un uso di tutti i giorni '' se rivuoi quelle prestazioni cercane un'altro usato, senz lavorare su molle.
La tenzione cinta.: la taratura con il vario è tutto il motore dietro, la piastrina d'orgine infatti ti obbliga a usare quella, l'asola sottostante è standard in modo da poter usare un solo stampo di culla per mono ( che ha bilancere tensionatore) e vario . Il motore ha tiraggio asimmetrico per quello si adotta il C3 lato volano/cinta e la tensione la decide la molla originale, le molle + dure comunque mettono in crisi un progetto originalmente collaudato al banco per una molla originale.
I cuscinetti sono delle tedesche SKF e FAG ma guardate sempre dove sono costruite ,mi dissocio nel montare cuscinetti ad alta scorrevolezza con gabbie strozzasfere in teflon.
Forse potrebbe essere utile a qlc , ma le correzioni sono sempre ben accette per crescere,
ciao a tutti
Superbravo 1,2,3
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mar feb 04, 2020 9:53 am
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi supermaxie il lun mag 25, 2020 4:24 pm

Superbravo 1,2,3 ha scritto:Ciao, come già detto metti il niples nuovo nel carb. ma con lieve pressione prima, allarghi la cravatta (levando precedentemente la vite) e con una carta dura frana 150 ,o con una limetta piatta limi l'interno in modo da far stringere la cravatta per un diametro + piccolo.
I carter: se hai sbiellato veramente non dovresti aver fatto danni alla luce d'aspirazione, se invecei cuscinetti hanno ceduto è li che hanno graffiato
Quanto rigata la luce è facile scoprirlo con l'olio se non è già scritto te lo scrivo se vuoi.I parametri comunque con spessimetro sono di 2/3 centesmi tra luce e gomito.
Un carter rigato fortemente costa comunque + la riparazione in rettifica che prenderne uno usato.
Gli alberi :i piaggio sono comunque robusti e una cosa trascurata comunque è sempre la qualità dell'olio , oli da supermarket eco non sono consigliati a nessuno ,specialmente per i depositi che lasciano nelle fasce e nei cuscinetti di banco .
Come tutti sanno l'olio lubrifica si, m la benzina raffredda !!!! se nei cuscinetti pieni di morchia non passa quest'ultima i cuscinetti cedono prima o poi,
consiglio in ogni caso mettere sempre n° 2 C3 e non uno e il distanziale tra volano e variatore farselo da soli e non mettere quello '' lemme '' lemme'' di mamma Piaggio ............. un vero eccentrico da levigatrice orbitale !!!
volano : alleggerirlo ti avvantaggia nella ripresa da fermo ma rende in pianura ,le salite repentine danno un calo veloce , la taratura originale è un compromesso '' per un uso di tutti i giorni '' se rivuoi quelle prestazioni cercane un'altro usato, senz lavorare su molle.
La tenzione cinta.: la taratura con il vario è tutto il motore dietro, la piastrina d'orgine infatti ti obbliga a usare quella, l'asola sottostante è standard in modo da poter usare un solo stampo di culla per mono ( che ha bilancere tensionatore) e vario . Il motore ha tiraggio asimmetrico per quello si adotta il C3 lato volano/cinta e la tensione la decide la molla originale, le molle + dure comunque mettono in crisi un progetto originalmente collaudato al banco per una molla originale.
I cuscinetti sono delle tedesche SKF e FAG ma guardate sempre dove sono costruite ,mi dissocio nel montare cuscinetti ad alta scorrevolezza con gabbie strozzasfere in teflon.
Forse potrebbe essere utile a qlc , ma le correzioni sono sempre ben accette per crescere,
ciao a tutti


ok..allora cambierò il niples al carburatore, devo dire che non pensavo si vendessero separatamente, la moto è andata sempre con olio 100% sintetico castrol/elf/ipone. il carter polini è nuovo,l'ho sostituito con un altro polini l'ulitma volta volta che cambiai l'albero motore,ormai era alla frutta, e non penso abbia subito danni cosi come i cuscinetti ,li ho ho sempre cambiati insieme all'albero motore e cosi farò anche questa volta,il motorino non è stato più usato una volta appurato che il gioco sulla biella era eccessivo dopo aver smontato il cilindro. L'eccentrico volano effettivamente potrebbe essere lui la causa del volano che tocca sulla luce di aspirazione del carter motore,sul vecchio carter con gli anni rischiai quasi di bucarlo,probabilemente con i forti giri del motore elaborato si schiaccia e abbassa troppo il volano facendolo toccare sul carter motore.per quanto riguarda il distanziale tra variatore e volano magari se usurato potrebbe far strisciare la puleggia del variaotore sul telaio,non penso vada ad incidere sul carter motore, o mi sbaglio? comunque li comprerò nuovi e poi chiederò ad una officina meccanica se me li vuole riprodurre alla cnc , dovrei farli fare in acciaio piuttosto che in ferro come sono gli originali?
supermaxie
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mer mag 06, 2020 10:26 am
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Re: restauro piaggio si

Messaggiodi Superbravo 1,2,3 il lun mag 25, 2020 6:03 pm

Ciao ,il b problema le distanziale è che il foro è eccessivamente lasco e quando stringi il vario lui cade verso il basso di 1 mm e li che fai l'eccentrico ( non la camma dell'alza puntine, quella è già calcolata sul gomto del l' albero) se prendi i distanziali della ruota che sono da 11 mm e li ripassi con la punta da 12 ,su un trapano a colonna anche piccoletto come il mio , vedrai che entra preciso , se lo fai in alluminio ancora + leggero, oppure se prendi 2 distanziali dei modelli mono sono precisi e li metti in serie fanno lo ss spessore , anche io monto i cuscinetti Polini sempre quando monto delle modifiche o ho alberi speciali con kick starter o mix o quelli calettati ( difficili poi da travare ) del superbravo 3 marce. ,adotterai sicuro una miscela + ricca comunque , non ho provato gli spagnoli Jasil di alberi , come sono? per provare un 50 ino ho preso un RMS , delusissimo !!!! Nemmeno regalato lo voglio in Garage!!!
Superbravo 1,2,3
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mar feb 04, 2020 9:53 am
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Torna a Elaborazioni Moped

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron





© 2002-2013 ciaocrossclub.it

CiaoCrossClub.it è contro all'uso criminale dei motori in strada. Icone

note legali - privacy - contatti