Variatori Aftermarket

Forum riguardante le elaborazioni di Ciao & Affini. È possibile chiedere consigli, comunicare le proprie esperienze e discutere su come elaborare al meglio il vostro Ciao.
Regole del forum
Usa la funzione CERCA prima di aprire nuovi topic.
Sei alle prime armi? Scrivi su PRIMI PASSI

Variatori Aftermarket

Messaggiodi Dorindo il mer ott 02, 2019 9:49 pm

Salve a tutti ,
chiedo scusa per il nome un po' banale della discussione ma è un argomento molto ... vario . :D
Il variatore originale dei vari Piaggio Si,Ciao etc ,che sia a 5 o 8 rulli , è risaputo non abbia una grande escursione . In pratica fa il suo lavoro e niente più .
Si legge molto spesso di variatori aftermarket (le solite marche) montati anche su configurazioni originali , da questo si deduce che una semplice variazione sull'escursione massima del variatore in realtà produce un grande incremento (relativamente eh :D ).
Da qui la domanda : per un uso sempre non estremo ma giornaliero e stradale , può essere utile investire qualche carta in un variatore aftermarket ?
Ed in caso di risposta affermativa la domandona ...quale scegliere ?
Ho visto e letto del Polini Speed Control ,Malossi Multivar,Pinasco Overdrive giusto per dirne tre "famosi" e facilmente reperibili .
Se non sbaglio la Polini faceva anche una modifica per il variatore originale chiamata Polini Utah .
A parte il costo nettamente maggiore del Pinasco rispetto agli altri concorrenti ,quali sono le differenze ?
Grazie in anticipo
(G)Old
Dorindo
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: sab feb 03, 2018 2:16 pm
Ha ringraziato: 9 volte
Ringraziato: 1 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi ThunderTiger00 il gio ott 03, 2019 8:02 am

L'incremento c'è. Più che altro ,montando un kit completo su di un motore originale aumenti leggermente la velocità massima. Ho però notato un peggioramento,lieve ,della ripresa ma è probabilmente a causa del fatto che non ho cambiato le molle della frizione a suo tempo. In generale il kit completo lo consiglio,per un uso turistico, per avere giri motore un po'più bassi e ridurre quindi usura e consumi. Se però ti interessa avere giusto la ripresa e un poco di velocità massima in più vanno bene le modifiche per variatori originali. Io ho provato più volte la Seriacopi, piattello rosso in plastica: una ripresa eccezionale sempre, però la velocità massima cambiava di molto poco . Insomma, qualunque modifica è migliore dello schifoso variatore originale ma la configurazione dipende da quel che cerchi. Un consiglio : se per puro caso ti ritrovi spinotto e semipuleggia del Polini speed Control ,prendi un variatore originale di uno scooter Piaggio tipo Zip o Free: li recuperi gratis, e sono perfettamente identici al Polini (testato,ho montato quello sul Si). Ci sono da fare giusto un paio di piccole modifiche
ThunderTiger00
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mar feb 27, 2018 9:40 pm
Ha ringraziato: 7 volte
Ringraziato: 0 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi Dorindo il gio ott 03, 2019 11:04 am

Ciao e grazie della risposta . Immaginavo che qualsiasi vario aftermarket sarebbe stato più efficiente del vario originale . Però le differenze tra i vari modelli ancora non sono uscite fuori ,questo punto mi preme molto anche perchè leggendo in giro si leggono quasi esclusivamente opinioni molto personali magari condizionate dal marchio .
Per quanto riguarda le mie necessità di sicuro ho bisogno di uno spunto migliore in partenza ( peso importante+zone collinari).
Sul resto della trasmissione in altri post mi hanno consigliato di lasciar perdere la molla di contrasto posteriore e lasciare quella originale agendo eventualmente solo sul vario anteriore . Del resto si tratta di un d43 montato P&P ,filtro Polini e marmitta Sitoplus , niente di eclatante .
L'uso è sempre stradale ,ma visto il mio peso oserei dire stradale "gravoso" :D
(G)Old
Dorindo
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: sab feb 03, 2018 2:16 pm
Ha ringraziato: 9 volte
Ringraziato: 1 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi ThunderTiger00 il gio ott 03, 2019 12:15 pm

Il Seriacopi l'ho provato con una configurazione esattamente identica alla tua. Ripresa e partenza da fermo quasi brucianti,molti motorini originali ti stanno dietro. Molla di contrasto non toccarla, l'ho lasciata originale anche io e non ho una elaborazione plug and play. Anche il Polini Utah va molto bene,e dato il costo di 22 euro sinceramente lo proverei
ThunderTiger00
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mar feb 27, 2018 9:40 pm
Ha ringraziato: 7 volte
Ringraziato: 0 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi ThunderTiger00 il gio ott 03, 2019 12:20 pm

Aggiungo dicendoti che i variatori aftermarket si somigliano un po'tutti,alla fine è la taratura a fare la differenza. Anche per esperienza,ti consiglio il Polini (se devi cambiare tutto il variatore) poiché puoi usare la cinghia originale senza problemi,al contrario del gettonato Malossi. Comunque,onde evitare problemi,consiglio lo stesso la cinghia Malossi Special Belt : ci ho fatto più di 8000 km, e l'ho cambiata oer precauzione(con un'altra identica) ma in realtà faceva ancora bene il suo lavoro, al contrario delle cinghie originali Piaggio che mi si sono spezzate a 20 km da casa,di domenica pomeriggio ahaha
ThunderTiger00
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: mar feb 27, 2018 9:40 pm
Ha ringraziato: 7 volte
Ringraziato: 0 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi Dorindo il gio ott 03, 2019 12:47 pm

Il Seriacopi sono andato un po' a curiosare in rete ed ho notato che si trova in due "varianti" . Una con piattello unico da sostituire sul variatore originale ed un'altra in cui si trova in vendita il variatore completo vero e proprio. Immagino non sia la stessa cosa .
Inoltre nel primo caso (singolo piattello) si trovano due ulteriori varianti : Kit B overdrive e Kit L overdrive . Poi vabbè si differenziano per le versioni a 5/8 rulli. Anche in questo caso immagino ci sia una differenza tra i kit B e L .
Per quanto riguarda il variatore Malossi (l'onnipresente Multivar) la questione cinghia è in effetti un elemento da tenere in considerazione . Il fatto di poter montare solo la sua cinghia è un limite non da poco , anche considerando che le cinghie Malossi costano mediamente il doppio ed io intendo sempre un utilizzo abbastanza quotidiano del mezzo .
Per quanto riguarda il Polini Utah (modifica al vario originale) da diverse parti ho letto che cambia poco e niente rispetto al vario originale, motivo per cui se si decidesse di restare in casa Polini sarebbe preferibile lo Speed Control ( o Hi-Speed come si legge su qualche scatolato in vendita? ) :roll:
(G)Old
Dorindo
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: sab feb 03, 2018 2:16 pm
Ha ringraziato: 9 volte
Ringraziato: 1 volta

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi prontolino il dom ott 06, 2019 4:26 pm

prendi un variatore originale di uno scooter Piaggio tipo Zip o Free: li recuperi gratis, e sono perfettamente identici al Polini (testato,ho montato quello sul Si). Ci sono da fare giusto un paio di piccole modifiche


A si.......
Vedrò di trovarne uno per curiosità....
Avatar utente
prontolino
 
Membro 100cc
 
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Località: Spiaggia di Velluto
Ha ringraziato: 5 volte
Ringraziato: 87 volte

Re: Variatori Aftermarket

Messaggiodi Rallydriver il lun ott 07, 2019 2:26 pm

Salve a tutti ,
chiedo scusa per il nome un po' banale della discussione ma è un argomento molto ... vario . :D
Il variatore originale dei vari Piaggio Si,Ciao etc ,che sia a 5 o 8 rulli , è risaputo non abbia una grande escursione . In pratica fa il suo lavoro e niente più .

Un po piu limitato di quelli "racing" se cosi si puo' dire! dai miei test posso dire che ha migliore accelerazione(non chissà che') e qualche km/h in piu in velocità massima.

Si legge molto spesso di variatori aftermarket (le solite marche) montati anche su configurazioni originali , da questo si deduce che una semplice variazione sull'escursione massima del variatore in realtà produce un grande incremento (relativamente eh :D ).

esatto, l'incremento c'è ma nulla di cosi stupefacente...è la taratura fare tanta differenza!

Da qui la domanda : per un uso sempre non estremo ma giornaliero e stradale , può essere utile investire qualche carta in un variatore aftermarket ?

se hai un mezzo un minimo preparato come si deve si ci puo' stare, se hai un 50 con poche cosine e non vuoi incrementare in futuro tieni l'originale...

Ed in caso di risposta affermativa la domandona ...quale scegliere ?
Ho visto e letto del Polini Speed Control ,Malossi Multivar,Pinasco Overdrive giusto per dirne tre "famosi" e facilmente reperibili .

Personalmente il polini, piu' rulli in dotazione e gira bene con cinghie standard, non ho provato gli altri ma mi puzza cher la resa sia quasi identica!

Se non sbaglio la Polini faceva anche una modifica per il variatore originale chiamata Polini Utah .
A parte il costo nettamente maggiore del Pinasco rispetto agli altri concorrenti ,quali sono le differenze ?
Grazie in anticipo

probabilmente il prezzo!
Rallydriver
 
Membro triciclo
 
Iscritto il: dom ott 06, 2019 12:13 pm
Ha ringraziato: 0 volta
Ringraziato: 0 volta

Torna a Elaborazioni Moped

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti






© 2002-2013 ciaocrossclub.it

CiaoCrossClub.it è contro all'uso criminale dei motori in strada. Icone

note legali - privacy - contatti