restauro monoammortizzatore del Si

Questa sezione è dedicata esclusivamente ai restauri dei vostri mezzi. Lavori fatti con cura ed impegno per riportare in vita un vecchio gioiello!

restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi prontolino il lun nov 13, 2017 4:32 pm

A seguito dello smontagio del mono per far vedere a mauro come si faceva, ho deciso di metterci mano definitivamente così che fosse pronto e sistemato quando metterò le mani su quel mezzo.
Ho quindi smontato il tutto, iniziato a ripulire dai chili di terra e ruggine e sopratutto ho preso l'occasione, come da tutorial del forum vespa-Ciao.nl per la completa apertura.
Adesso sono arrivato ad aprire l'idraulica interna e a svuotare l'olio vecchio.
Sulla guida dice di usare il Sae 15, al momento ne ho un po da 10 e da 20.... ma per esperienza con gli oli che usavo quando sistemavo gli ammortizzatori delle auto RC, se miscelato 50 e 50, faccio un 15.
Comunque stavo pensando di mettere direttamente il 20 per averlo più rigido (giusto.. sbagliato.... esprimetevi)

Altra domanda è sopratutto per il livello.
Al momento ne ho tirato fuori sui 15 ml..... rimetto la stessa quantità e buona notte oppure c'è una quantità specifica... o una misura dal bordo.
Avatar utente
prontolino
 
Membro 65cc
 
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Località: Spiaggia di Velluto
Ha ringraziato: 5 volte
Ringraziato: 53 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi RAFFAELLO il mar nov 14, 2017 12:50 pm

dovresti sentire Ivano....

secondo me quello che hai estratto era di più... cè da considerare quello che resta aggrappato alle superfici...
io proverei il riempimento fino a che non trabocca a componenti inseriti così da non avere aria e una buona resa idraulica.
condidera poi che all'epoca, è provato, risparmiavano inserendo meno prodotto o il minimo necessario che su produzioni di scala portava risparmi notevoli....vale per tutto....guaine, fili elettrici, grasso ecc....
Le parole volano via come foglie al vento, i risultati restano.....

Occhio ragazzi, la rete non è legge o regola sicura, fate come san tommaso....ficcateci il naso.
Avatar utente
RAFFAELLO
 
Moderatore
 
Iscritto il: dom set 18, 2005 10:49 pm
Località: Padova
Ha ringraziato: 58 volte
Ringraziato: 293 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi prontolino il mar nov 14, 2017 10:54 pm

Mono chiuso...
ieri ne ho preparati 20 cc proprio perchè avevo pensato che comunque una certa parte resta attaccata ai vari pezzi, con gradazione sae 15
Ho iniziato ad iserire il tutto e mi sono accorto che restava molto basso rispetto alle foto de tutorial olandese.
Ho ripreparato altri 30 cc ma ne ho inseriti solo 15 per arrivare ai primi filetti del tappo.

Mosso per far passare l'olio di sotto e far uscire l'aria intrappolata...... atteso che le bollicine formatesi venissero quanto più possibile a galla e chiuso.
Me ne è uscito un po sia dal sopra che dalla filettatura che posso stimare il poco più di 5 cc e quindi ho serrato.
Muovendolo mi sembra funzioni abbastanza bene, anche se l'olio tolto mi sembrava più denso che quello inserito.

Adesso mi resta solo da finire di mandare a zincare altre rondelle e ghiere che non avevo fatto prima e di mandare a far sabbiare e verniciare a polvere la molla e quindi il mono è rigenerato e a posto.

Riguardo l'idaulica del mono, ho notato che il pistone è piuttosto preciso al punto che quando sono andato a sollevarlo epr far passare l'olio sotto, faceva l'effetto molla e non ne voleva sapere di sollevarsi, poi ci sono riuscito e la cosa è migliorata..... ma devo dire che mi ha sorpreso ma riguardando le foto di come è fatto, devo dire che la cosa è normale, visto che i passaffi e la lamella di chiusura (altro che pacco lamelle...) agisce solo in compressione e nada in estensione.
Diciamo che per un momento l'estro della modifica è partito... per poi tornare con i piedi per terra e lasciare il mondo come sta.
Avatar utente
prontolino
 
Membro 65cc
 
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Località: Spiaggia di Velluto
Ha ringraziato: 5 volte
Ringraziato: 53 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi maninblack220 il mer nov 15, 2017 11:31 am

in definitiva hai inserito 35cc di sae 15.
molto bene.
Avatar utente
maninblack220
 
Moderatore
 
Iscritto il: lun ago 23, 2010 2:55 pm
Località: Catania
Ha ringraziato: 3 volte
Ringraziato: 10 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi prontolino il mer nov 15, 2017 11:56 am

si, solo che era troppo ed è sbordato in parte fuori..... ma almeno spero non ci sia aria dentro.
Ribadisco che secondo me anche un sae 20 può andare lo stesso bene, sarebbe da provare.
Avatar utente
prontolino
 
Membro 65cc
 
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Località: Spiaggia di Velluto
Ha ringraziato: 5 volte
Ringraziato: 53 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi RAFFAELLO il ven nov 17, 2017 8:58 pm

Se pensi a cosa deve sopportare quel piccolo mono da solo..... deve essere un ottimo progetto...anche considerando gli anni..
Le parole volano via come foglie al vento, i risultati restano.....

Occhio ragazzi, la rete non è legge o regola sicura, fate come san tommaso....ficcateci il naso.
Avatar utente
RAFFAELLO
 
Moderatore
 
Iscritto il: dom set 18, 2005 10:49 pm
Località: Padova
Ha ringraziato: 58 volte
Ringraziato: 293 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi prontolino il ven nov 17, 2017 10:04 pm

Raffaello, sicuramente è meglio di molte altre sospensioni anche di marca che ho visto.
Sul mio scooter una delle cose che mi erano piaciute quando lo ho comprato, era il fatto di avere forcelle a steli rovesciati e di marca (Showa).... poi ho scoperto che era poco più di una molla con un po di grasso.

Quindi questo che comunque ha una idraulica all'interno già sta anni luce avanti.
Il mio appunto era solo che era pensato per lavorare in una certa maniera (inteso come si deve) in compressione e 0 in estenzion
Avatar utente
prontolino
 
Membro 65cc
 
Iscritto il: mer mag 30, 2012 11:51 am
Località: Spiaggia di Velluto
Ha ringraziato: 5 volte
Ringraziato: 53 volte

Re: restauro monoammortizzatore del Si

Messaggiodi RAFFAELLO il ven nov 17, 2017 11:33 pm

Capito.... forse era meglio un olio più denso allora..
Le parole volano via come foglie al vento, i risultati restano.....

Occhio ragazzi, la rete non è legge o regola sicura, fate come san tommaso....ficcateci il naso.
Avatar utente
RAFFAELLO
 
Moderatore
 
Iscritto il: dom set 18, 2005 10:49 pm
Località: Padova
Ha ringraziato: 58 volte
Ringraziato: 293 volte

Torna a Restauri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti






© 2002-2013 ciaocrossclub.it

CiaoCrossClub.it è contro all'uso criminale dei motori in strada. Icone

note legali - privacy - contatti